BAMBINI ASILO

IL NIDO DI YAIA: UN MONDO IN CUI CRESCERE

È la parola che pronunciano tutti i bambini quando iniziano a giocare con la voce: yaia, che a seconda dei casi può voler dire mamma, zia, tata, amica, sorella, bambola... Il Nido di Yaia, che si inaugura l’8 marzo 2013 in Via Hajech 6 a Milano, vuol essere proprio la sintesi di questi significati di accoglienza, affettività e fantasia: un luogo in cui crescere dedicato ai bambini dai 6 ai 36 mesi.

"Al Nido di Yaia le scelte architettoniche ed il progetto educativo si fondono all’unisono per creare un ambiente polisensoriale in sintonia con l’evoluzione cognitiva dei bambini", sottolinea la dott.ssa Elisa Bulgheroni, psicologa, esperta dell’età evolutiva che vanta la realizzazione e la gestione di diversi nidi premiati per i loro elevati standard di qualità, e responsabile del progetto psicopedagogico della nuova struttura.

"All’interno del nido, che nasce dal recupero e dalla riconversione di un luminoso spazio di 350 mq arricchito da un giardino privato nel cuore della città, forme, colori e materiali diventano gli strumenti privilegiati per la crescita quotidiana dei più piccoli, che vengono accolti non in un semplice “contenitore” ma in un microcosmo - un piccolo mondo dentro il grande mondo - che ne valorizza l’individualità e ne sviluppa le capacità cognitive e relazionali".

Il Nido di Yaia porta la firma di ZPZ Partners (www.zpzpartners.it), studio di architettura di Modena specializzato nella progettazione di ambienti per l’infanzia, che ha ricevuto importanti riconoscimenti internazionali proprio per la realizzazione di scuole ed asili nido.

L’open space che definisce gli spazi del nido, disegnato a quattro mani dall’architetto Michele Zini di ZPZ e dalla dr.ssa Elisa Bulgheroni, responsabile del progetto pedagogico e dell’équipe di educatrici dell’asilo, è illuminato dal ampie vetrate che pongono i bambini in contatto costante con le variazioni del clima e le stagioni; in questo ambiente dinamico, scandito da pareti curve, tende materiche e sipari morbidi che creano rifugi, isole e micro luoghi, sono state poi individuate le aree dedicate al gioco, ai laboratori, al riposo e al pranzo, concepite in un susseguirsi di percorsi comunicanti che danno il ritmo alle attività quotidiane.

Al Nido di Yaia oggetti, superfici tattili, zone di colore e arredi disegnano un paesaggio fortemente evocativo che stimola la curiosità, l’espressività e la crescita dei piccoli ospiti; i mobili di Play+ (www.playpiù.com), appositamente scelti per l’arredamento del nido, sono realizzati in materiale ecologico, ignifugo ma morbido al tatto e, grazie alla varietà di tinte, consistenza e texture, costituiscono un’ulteriore fonte di stimolo e di apprendimento.

Le attività proposte al Nido di Yaia aiutano i bambini a raggiungere l’autonomia in ambito motorio, emotivo e relazionale attraverso specifici laboratori di psicomotricità, ascolto e lettura, musica e teatro, pittura, manipolazione, cucina e giardinaggio, attività - quest’ultima - che si svolge nell’area verde privata collegata alla struttura; il nido dispone anche di un’apposita area “play water” con una vasca dinamica dedicata ai giochi con l’acqua.

Completano l’offerta formativa i laboratori di inglese, francese e spagnolo, che fanno del Nido di Yaia il primo asilo nido multilinguistico di Milano: “I bambini più piccoli entrano istintivamente in relazione con la musicalità degli idiomi stranieri”, spiega la dott.ssa Bulgheroni.

"Approfittando della loro straordinaria duttilità intellettuale, è dunque possibile stimolarli all’apprendimento attraverso il gioco e le canzoni, che portano ad una spontanea acquisizione del vocabolario e degli stilemi espressivi delle lingue diverse dalla lingua madre".

Il Nido di Yaia è dotato di una cucina interna dove i pasti sono preparati con prodotti selezionati da agricoltura biologica certificata ed affidati alle mani esperte di un’educatrice alimentare specializzata nella realizzazione di menu equilibrati, a base di alimenti di stagione; è inoltre possibile mettere a punto diete differenziate per i bambini allergici e/o intolleranti.

Ad ogni bambino sono infine forniti un set di biancheria anallergica ed antiacaro, lavato ed igienizzato settimanalmente, oltre a pannolini, prodotti per l’igiene personale monouso e bio-dermocosmetici per la cura del corpo. Una volta alla settimana, sempre compresa nella retta, è garantita la presenza di una pediatra.

Grazie alla convenzione con il Comune di Milano, il Nido di Yaia garantirà una quota di posti a bambini residenti in città. Inoltre, la struttura "dispone anche di un active space adatto ad accogliere tutte le attività connesse alla scuola ed aperte all’incontro tra famiglie ed esperti (psicologi, pedagoghi, nutrizionisti, medici, ecc.), invitati di volta in volta a condurre workshop e seminari formativi e a fornire consulenza psicopedagogica", aggiunge Francesca Stella, legale rappresentante della proprietà. A richiesta, l’active space può essere anche utilizzato per l’organizzazione di eventi e feste di compleanno.
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

SPECIALI

Al Grand Hotel Savoia di Cortina camere Hot Wheels
AL GRAND HOTEL SAVOIA DI CORTINA CAMERE HOT WHEELS Dopo il grande successo della Barbie Suite, inaugurata personalmente da Barbie nel dicembre del 2010, Mattel e il Grand Hotel Savoia di ...
Banner